VINO E OLIO IN FESTA

VINO e OLIO in FESTA 3° edizione al Mercato Contadino Capannelle: Oltre 80 produttori agricoli del nostro territorio, artigiani e tanti, tanti consumatori (o meglio “fruitori”) che continuano a scegliere di mangiare consapevolmente e frequentano il Mercato Contadino Castelli Romani tutte le domeniche sul piazzale esterno di Via Appia angolo Via di Capannelle.
 
Domenica 29 ottobre 2017 questo evento speciale si svolgerà all’interno dell’Ippodromo dalle 9,00 alle 19,00 – organizzato in collaborazione con la Federazione Italiana Sommelier (FISAR: delegazione Roma e Castelli Romani) e il Centro Assaggiatori produzioni olivicole Latina (CAPOL) – con tanti laboratori per grandi e piccini, street farm food cioè il “cibo contadino di strada”, show-cooking, degustazioni, pic nic da “ottobrata romana” e musica popolare!
Per saperne sempre di più ed impedire che il sistema dell’agrindustria, controllando il cibo che assumiamo tutti i giorni, controlli anche le nostre vite!
 
LABORATORI PER GLI APPASSIONATI DEL BUON CIBO
 
ORE 10,30 Laboratorio di cucina “Le ciambelline al vino con i prodotti del Mercato Contadino” a cura di Floriana Barone, foodblogger (Flottina in cucina)
 
ORE 14,30 Vivere senza supermercato incontriamo l’autrice Elena Tioli
Ex consumista perfetta, ex insoddisfatta cronica, ex fumatrice, ex dipendente a tempo indeterminato. Ad un certo punto ha detto basta e ha cambiato la sua vita, a partire dalla spesa. Dal 2015 non entra in un supermercato, ha acquisito una nuova consapevolezza legata ai consumi e ha guadagnato in salute, tempo e relazioni. Testimonianze delle produttrici del Sapone del Bianconiglio.
 
ORE 15,30 “Uva e olio dall’antipasto al dolce” idee e ricette, a cura di Giovanna Massaro, foodblogger (Lavanda Peperina)
 
OLI CON MARCHIO EUROPEO DI QUALITA’: SABINA DOP vs COLLINE PONTINE DOP
 
ORE 11 Laboratorio analisi sensoriale dell’Olio Extra Vergine
SAI RICONOSCERE UN OLIO EXTRA VERGINE DI QUALITÀ?
Educare il palato per riconoscere un olio di qualità è alla portata di tutti.
Il nuovo concetto di qualità sull’olio: la qualità sensoriale. A cura di Luigi Centauri: presidente del Capol, Centro Assaggiatori produzioni Olivicole Latina. Alla scoperta del gusto, prove pratiche di assaggio, analisi sensoriale, blind test, informazioni sui metodi di coltivazione, sulle tecniche di trasformazione e conservazione, sulle metodologie di valutazione delle caratteristiche sensoriali per imparare a “scoprire” e “riconoscere” i pregi e i difetti degli oli esaminati. (azienda agricola Impero Maggiarra di Sonnino, Azienda agricola Roberta Marcoaldi di Montelibretti, Azienda agricola Angela Paoloni di Marcellina)
 
VINI DI QUALITA’ DEL LAZIO.
Laboratori e degustazioni in collaborazione con la FISAR (Federazione Italiana Sommelier Albergatori Ristoratori – delegazione Roma e Castelli Romani) degustazione guidata dei vini delle aziende del Mercato Contadino Castelli Romani e delle aziende ospiti della manifestazione.
 
ORE 12.00  Tecniche di degustazione” con il sommelier Francesco Radiciotti (azienda biologica Capodarco, azienda agricola Carla Onofri di Vallerano, Le Colline del cesanese di Olevano, azienda agricola biologica Simone Robertiello di Vignanello, Colle Favignano di Velletri, azienda agricola Marco Buresta di Aprilia)
Testimonianze dei produttori.
 
Attività BAMBINI:
 
ORE 10 – 12,30 Laboratorio del buon cibo per BAMBINI:
“Come nasce l’olio e come nasce il vino?” Percorso didattico esplorativo per bambini eppoi tutti insieme merenda pane e olio, analisi sensoriale alla scoperta dei sapori. Un appuntamento per avvicinare in maniera giocosa i piccoli e le famiglie al tema della consapevolezza sul cibo che quotidianamente scegliamo di mangiare.
 
ORE 10 – 18,00 Microlaboratori di strada a cura di Graf rete apprendimento: impariamo a realizzare insieme le  ‘PUPAZZE DI PEZZA”
 
ORE 11- 13 e 15 - 17: battesimo della sella e stazioni ludico-didattiche con i pony e parco gonfiabili gratuito (tutto il giorno!).
 
PIC NIC d’ottobrata romana sui prati dell’Ippodromo: fra le tante prelibatezze e eccellenze del territorio (prodotti da forno, mozzarelle di bufala, vini doc, formaggi erborinati, birre artigianali e Tiella di Gaeta) i nostri contadini-chef prepareranno bruschette, fritti, grigliate miste. Tutti insieme i produttori vi aspetteranno con ricette e preziosi consigli per invitarvi a sostenere le piccole aziende a conduzione familiare per supportare un’economia locale che altrimenti andrebbe disgregandosi.
 
Eppoi non solo cibo, presenti anche artigiani del nostro territorio, l’arte del riciclo e LABORATORI DELL’ARTE DELLE MANI:
 
ORE 10 e ORE 15 “la Tela di Penelope: come realizzare una sciarpa con il telaio maya azteco” con l’artigiana Paola Petricone.
 
Giornata di solidarietà, moltissime istituzioni ed associazioni del territorio che sostengono questo progetto. Orto botanico Università di Tor Vergata, Medici senza frontiere, Legambiente, ActionAid, Cerealia Festival dei cereali, Rete Economia Solidale Ciociaria, Graf gruppo e rete per l’apprendimento e la formazione, Il resto mancia farmer’s market. Uniti per difendere la centralità della tematica “CIBO” quale presidio fondamentale per i diritti di cittadinanza, la tutela dell’ambiente e la promozione dell’economia locale.
 
Tutto ciò che mangi ha una conseguenza” è il messaggio del film indipendente di Thomas Torelli, Food RelOVution il cui titolo abbiamo adottato come slogan. Un appello alla presa di coscienza e alla consapevolezza, un invito ad aderire alla filosofia del Mercato Contadino.
 
Come di consueto ospitiamo l’organizzarione umanitaria Actionaid gruppo locale di Roma che propone le “ulatine” la nuove friselle ideate e prodotte dai ragazzi della scuola di Capranica Lecce (con farina biologica e olive nere per ricordare la famosa “uliata” fresca di denominazione comunale). Il ricavato della vendita permetterà di attivare borse di studio per ragazzi dai 16 ai 19 anni con disagio economico familiare.
 
Accanto all’ampia varietà di saperi e sapori di questa giornata imperdibile, alle 14:30 inizia un grande pomeriggio di corse sulla pista in erba dell’Ippodromo Capannelle. Va in scena il galoppo di eccellenza con la prova più attesa il Premio Lydia Tesio. Corsa che prende il nome dalla carismatica moglie del grande Federico Tesio, con lui allevatrice di Ribot, cavallo mito dell’ippica italiana sotto le insegne della Razza Dormello Olgiata. www.capannelleippodromo.it
 
Torna Indietro