Sabato 22 dicembre il trotto a Capannelle

Al di là di quelle che sono le corse che vedremo nel penultimo sabato di dicembre a Capannelle, il tema di questi ultimi giorni del 2018, destinato e protrarsi fino al 31, è la “caccia” di Alessandro Gocciadoro al leader della classifica dei driver Antonio Di Nardo (nella foto a fianco, in occasione di una vittoria romana con Vicino Mec). Il vantaggio di Antonio si assesta su una decina di vittorie (le classifiche, sui vari siti, sono contrastanti) e Alessandro mercoledì, proprio a Capannelle, ne ha vinte cinque. Insomma, il duello si fa entusiasmante e Gocciadoro va avanti come una “schiacciasassi”... Di Nardo e Gocciadoro, in questo sabato nel quale la prova di apertura è programmata alle 13.40, faranno tutte e sei le corse disponibili, con Alessandro favorito tre volte (Zohan dei Lupi, Ultimaluna Grif e Zero di Pippo) ed Antonio in due occasioni (Poldi Gree e Antony Leone), mentre solo alla prima abbiamo scelto favorito un... “intruso”, Acciaio dei Venti con Beppe Lombardo, protagonista di eccellente debutto fiorentino. Da segnalare, in ogni caso, la bellezza della prova clou, un miglio per due anni nel quale il già citato Antony Leone, recorder della generazione con l'1.13.4 realizzato a Taranto, dovrà vedersela con Alcatraz Stecca (Gocciadoro) ma anche con un'altra serie di avversari tosti quali Antares Three, gli alleati Axel degli Ulivi e Arrow degli Ulivi ed il cresciuto Alessandro Bar.
Torna Indietro