Il congedo del galoppo

In archivio anche l’Abu Dhabi Day di domenica scorsa, con una listed e altre due corse riservate ai purosangue arabi, martedì 6 giugno l’ippodromo Capannelle ospiterà l’ultimo convegno della riunione primaverile di galoppo (inizio delle corse alle ore 15). Ancora un discreto numero di partenti, 58 in tutto, e monte più ricca in palio nel Premio Nicastro (16.500 euro, m. 1400 p.p.), maiden per cavalli di 2 anni. In nove al via, due dei quali debuttanti: Fa Ul Sciur (proprietario Scuderia Rencati – allenatore Alduino Botti srl), fratellastro della Oakswinner Folega e di altri ottimi cavalli quali Favulusa e Facia de Tola, e San Fairy (U.P.S. – Giovanni Cassanelli). Tra i puledri già visti in azione, i riferimenti migliori sembrano quelli di Isole Canarie (Sebastiano Guerrieri – Melania Cascione), valida terza in prova similare su identica distanza vinta da Brutal Force e presentata da un team ripetutamente in evidenza fin qui con i giovanissimi, e Mr Gualano (Ile de France – Luigi Riccardi), non dispiaciuto al debutto. Da attendere in progresso Magica Wanda (Pierluigi Giannotti proprietario e allenatore) e Wake Gold (Francesco Santella proprietario e allenatore). Anche i cavalli di 3 anni avranno a loro disposizione una maiden, il Premio Bolkonski (12.100 euro, m. 1500 p.p.). Tra i dieci partenti vanno seguiti soprattutto Stone Skipping (Scuderia Svetlana – Agostino Affé), Mr Business (Roberto Maldarella – Alberto Oppo), Al Kibir (Filippo Serafini – Ivano Bugattella) e Il Moro (David Ducci proprietario e allenatore). Unico debutto quello di All Cried Out (Giuseppe Morese – Mafalda Osthaus). Tra gli handicap il Premio Alizier (8.800 euro, m. 1700), per cavalli di 4 anni e oltre, sarà valido come Seconda Tris del palinsesto quotidiano di Ippica Nazionale: dieci partenti, con scala dei pesi aperta da Anastasios (Virginia Fragiskos – Maurizio Grassi) con 63 chili e chiusa da Okiwea (Domenico Marchì – Fabio Marchì) con 50.
Clicca qui per i partenti
Torna Indietro