GRAN PREMIO GAETANO TURILLI, IN 13 DIETRO LO STARTER

Al via nella riunione di domenica 9 ottobre anche 13 trottatori 'anziani'

Il Gran Premio Turilli (€. 187.000 - gr. 1 - mt. 2100), fa ancora una volta da degno contorno al Derby Italiano del Trotto. Nata nel 1959 come premio Tor di Valle proprio in occasione dell'inaugurazione dell'ippodromo posto sulla via del Mare, questa classica riservata agli anziani ha preso, dopo la sua scomparsa nel 1970, il nome del Cavalier Gaetano Turilli, grande imprenditore nel settore alberghiero, gestore, insieme a Tino Triossi, del vecchio ippodromo di Villa Glori ma, in particolare, l'uomo che, più di ogni altro, ha creduto e lavorato alla realizzazione di Tor di Valle.
Quella del 2016 è la 56^ edizione del gruppo 1 romano (nel 2008 la corsa non è stata disputata a causa di uno sciopero e, nel 2013, è stata assemblata al Gala del Trotto) e vedrà allineati dietro lo starter tredici trottatori 'anziani'.

Questi i profili dei cavalli iscritti
 
MOSES ROB - nella foto Hippo Group Roma Capannelle/D-Savi
(Prop. Sc. Sole Che Sorgi - Allen. Salvatore Carro)
Sfortunatissimo protagonista del Gran Premio Turilli di dodici mesi or sono quando corse gagliardamente in avanti subendo numerosi attacchi e dovette arrendersi nel finale allo spunto di Nephenta Lux che, al contrario, usufruì di percorso perfetto nella sua scia. Progredito ulteriormente lo scorso inverno tanto da essere eccellente protagonista nel Prix d’Amerique (quinto al traguardo), ha successivamente osservato lunga pausa agonistica. Salvatore Carro lo ha ripresentato infatti in gara il 10 settembre dopo oltre otto mesi di riposo ma il figlio di Ganymede è apparso già in buona condizione concludendo buon terzo. Sul sicuro progresso concretizzato in questo ulteriore mese di preparazione, con il numero in corda e la guida di un catch driver della bravura di Roberto Vecchione sarà certamente il concorrente da battere.
 
TESORO DEGLI DEI
(Prop. Sc. Mary Forever - Allen. Erik Bondo)
Unico 4 anni che si cimenta per la prima volta al cospetto degli anziani e in un contesto di livello primario. Da quando è passato alle cure di Erik Bondo nei mese scorsi ha mostrato evidenti segni di ripresa pur non avendo ancora riacquisito l’esplosività di inizio anno. Terzo nel recente Continentale, secondo a Taranto e quarto nel Triossi: tale ruolino di marcia suggerisce quantomeno una ritrovata, apprezzabile regolarità. Numero perfetto per agire come preferisce di rimessa: per un piazzamento non andrà trascurato.
 
ZORRO PHOTO
(Prop. Gsl Trotting - Allen. Stephanie Lepetit)
Svedese di nascita e francese di training che ha calcato più volte le nostre piste. A segno undici mesi or sono a Montegiorgio nel Palio dei Comuni e questa primavera nel Renzo Orlandi a Modena, resta ora su due prove incolori ma subito prima aveva colto eccellente terzo posto in Belgio nel Prix de Vallonie. Stephanie Lepetit lo porta a Roma insiene a Unison Kronos che sarà la favorita delle Oaks con la speranza di realizzare un doppio da sogno.
 
PRINCESS GRIF
(Prop. Az. Agr. Biasuzzi - Allen. Edwin Lagas)
La splendida saura della Scuderia Biasuzzi negli ultimi due anni ha svolto lunga e proficua carriera sulle piste di tutta Europa partendo dalla Francia. I mezzi non si discutono e l’ultima prestazione di agosto a Cagnes sur Mer certamente positiva; sulle nostre piste è stata quest’anno seconda nel Costa Azzurra e terza nel Lotteria. Una cavalla potente e in possesso di classe cristallina non sempre facile da gestire sul percorso ma con tutte le carte in regola per essere protagonista della corsa.
 
ROMANESQUE
(Prop. Stal Campus RPF - Allen. Vincent Martens)
Di colori italiani ma da molto tempo trasferito all’estero alle cure dei fratelli Martens. Soggetto potente e dotato anche se di impiego non semplicissimo. Nel curriculum recente ci sono alcuni validi piazzamenti contro avversari di valore e tale obbiettivo è certamente nelle sue possibilità anche in questa occasione pur dovendo affrontare parecchi concorrenti molto agguerriti.
 
PASCIÀ LEST
(Prop. Sig. S. Querci - Allen. El Mouloudi Taldaoui)
Certamente uno degli indigeni anziani di maggior spessore tecnico e con attestati di grande valore in curriculum. Resta su un eccellente secondo posto a Cagnes sur Mer in agosto (preceduto sul palo dal solo Un Mec d’Heriprè) ma in precedenza si era piazzato a Enghien, in Finlandia e soprattutto a Solvalla, splendido protagonista della Sweden Cup alla vigilia dell’Elitlopp (secondo). Parte forte ma probabilmente rende al meglio al coperto, tantopiù sul doppio chilometro che non è la distanza preferita dal derbywinner figlio di Varenne. Il numero di avvio non è semplice ma trovando posizione alla corda potrà certamente essere competitivo per il successo pieno.
 
RADIOFRECCIA FI
(Prop. Sc. Wave - Allen. Erik Bondo)
La fantastica femmina della Scuderia Wave quest’anno ha vinto in primavera il Mirafiori a Torino ma successivamente non è stata esplosiva come nella scorsa stagione e si è dovuta accontentare di piazzamenti marginali senza trovare un altro acuto. Il coraggio e la classe non le mancano e sulla pista romana ha sempre fornito rendimento al top: nella circostanza, tuttavia, il brutto numero di avvio all’esterno della prima fila e la consistenza degli avversari la relegano al ruolo di sorpresa.
 
SEATTLE BI
(Prop. Sc. Dielle - Allen. Alessandro Gocciadoro)
La saura da Equinox Bi è un’altra femmina che Enrico e Alessandro Gocciadoro sono riusciti a far crescere in maniera esponenziale nel rendimento da quando è approdata alle loro cure. Ha vinto due volte in Francia (particolarmente significativa soprattutto l’ultima affermazione parigina) dimostrando anche di sapersi ben disimpegnare sul doppio chilometro, sa partire e il numero in corda dietro al veloce Moses Rob potrebbe rivelarsi ideale trampolino di lancio per imanere in posizione tattica privilegiata dalla quale far valere il suo buon parziale nella fase finale della corsa.
 
SHARON GAR
(Prop. Sc. Rory’s Horses - Allen. Battista Congiu)
Altra femmina di 5 anni da tanto tempo protagonista di ogni gran premio programmato sulle nostre piste. Non attraversa momento di forma particolarmente felice ma sulla pista romana ha già corso molto bene in passato ed è capace di esaltarsi in caso di svolgimento di corsa molto combattuto. La sua arma migliore è infatti la progressione finale e se i più veloci dovessero spendere energie prmaturamente potrebbe anche ambire ad un posto nel marcatore.
 
RADIO WISE
(Prop. Sc. Cumana Group - Allen. Erik Bondo)
Molto cresciuto nel rendimento nel corso dell’anno questo che è il terzo allievo di Erik Bondo al via in questa edizione 2016 del Gran Premio Turilli. Secondo a sorpresa ma con merito a Montecatini a Ferragosto (dietro l’intangibile Ringostarr Treb) e in precedenza dominatore del Gran Premio Federnat. Il contesto attuale è largamente più impegnativo per il figlio di Turbo Sund che si è comunque meritato questa prestigiosa partecipazione.
 
RUE VARENNE DANY
(Prop. Sc. Esposito - Allen. Massimo Finetti)
Cresciutissimo in primavera tanto da essere atteso nel Lotteria (ma solamente quarto in batteria e quindi escluso dalla finale) , in estate si è ripreso finendo secondo a Taranto e in una delle due prove del Campionato Europeo a Cesena. E’ soggetto di enorme potenziale della cui preparazione si occupa con la consueta bravura Massimo Finetti. Il numero in seconda fila, la distanza e il dover affrontare probabile percorso manovrato rendono però il suo impegno complessivamente non facile.
 
SKY DANCER
(Prop. Sig.ra A. Rossetti - Allen. Antonio Chiaro)
Protagonista di finale ad effetto a Padova nel Grassetto riportato a grossa quota dall’outsider Papalla: quella volata gli è valso inatteso ma meritato secondo posto che ha spinto il suo entourage ad essere nuovamente al via in un gran premio e, questa volta, di ben altro spessore tecnico. E’ un estremo outsider ma si è meritato sul campo la chance di essere al via.
 
SILVEN GRIF
(Prop. Sc. Super Galaxy - Allen. Giovanni D’Alessandro)
Completa lo schieramento di questa edizione del Gran Premio Turilli e la sua appare come una partecipazione davvero ‘decoubertiniana’. Affronta avversari largamente superiori, dal peggior numero di partenza e non ha alcuna esperienza in questo genere di competizioni. Sembra proprio in pista per fare numero ma certamente sarà guardato con simpatia.


Clicca qui e vai all'Albo d'Oro del Gran Premio Gaetano Turilli
 
Clicca qui e vai ai partenti del Gran Premio Gaetano Turilli
 
Torna Indietro