89° DERBY ITALIANO DEL TROTTO SISAL MATCHPOINT

Sono quattordici i contendenti del Nastro Azzurro del Trotto 2016

Domenica 9 ottobre, per la terza volta nella storia sulla nuova pista, l’Ippodromo Capannelle ospita l’edizione numero 89  del Derby Italiano del Trotto (€. 770.000 - gr. 1 - mt. 2100) ‘targato’ anche quest’anno Sisal Matchpoint.

Dopo le tre batterie di qualificazione dello scorso 24 settembre saranno quattordici i candidati ad iscrivere il loro nome nell’albo d’oro del Nastro Azzurro dopo quelli di Testimonial OK e di Sugar Rey rispettivamente vincitori nel 2015 e nel 2014: i primi quattro classificati delle tre batterie e i migliori due cavalli della speciale classifica parametri.
 
Questi i profili dei 14 protagonisti
 
URSA CAF - nella foto Hippo Group Roma Capannelle/D-Savi
(Prop. A.Lanzillo - Allen. Antonio Esposito jr.)
E’ stata l’unica capace di sconfiggere Unicka nel corso del 2016 precedendola sul traguardo della Finale del Campionato Femminile dei 3 anni disputata al Garigliano. Ha già affrontato con ottimi esiti anche i maschi della generazione 2013 (vincendo fra l’altro il Città di Napoli) e ha confermato di possedere tutte le doti necessarie per essere protagonista assoluta di questa finale dell’89° Derby del Trotto. Parte forte e può correre sia in testa sia di rimessa (forse preferibile la seconda opzione): Antonio Esposito sfrutterà il numero in corda per operare le scelte tattiche più indicate e deve essere considerata l’alternativa primaria alla favorita Unicka.
 
UNICKA
(Prop. Sc. Wave - Allen. Erik Bondo)
Seguendo un programma tracciato da mesi e mesi, si è cimentata solamente nel circuito classico dei Filly riservato alle femmine preparando così nel miglior modo il confronto con i coetanei maschi avvenuto nella batteria disputata il 24 settembre nella quale ha fornito prestazione eccezionale (a segno da 1.12.5 dopo percorso di attacco) che la rende ora l’indiscutibile favorita di questa finale dell’89° Derby Italiano del Trotto. La meravigliosa saura da Love You preparata alla perfezione da Erik Bondo per i colori toscani dei coniugi Lami nelle ultime tre esibizioni ha avuto come partner Pietro Gubellini, driver capace di vincere ben quattro Derby negli ultimi quindici anni.
 
UNICORNO SLM
(Prop. F.Beltrami - Allen. Holger Ehlert)
Il terzo soggetto vincitore il 24 settembre è quest’altro figlio di Love You che dopo ottima carriera in terra svedese è tornato in Italia alle cure di Holger Ehlert. Poco fortunato a Torino nel Marangoni, si è riproposto in condizione eccellente alle Capannelle agli ordini di Enrico Bellei. Il nostro top driver (che però in finale sarà in sulky alla femmina Uma Francis) gli ha richiesto comodo percorso di testa per imporsi in scioltezza nella batteria C: ora Unicorno Slm dovrà fare un ulteriore passo avanti nella condizione per essere competitivo contro le due femmine più attese ma possiede certamente i mezzi per essere all’altezza di tale impegnativo compito.

UNIQUE DREAM BAR
(Prop. E.Guida - Allen. Santo Mollo)
E’ la quarta femmina che ha scelto di correre il Derby anziché le Oaks (e tutte e quattro sono approdate alla finale) e in batteria ha colto eccellente piazza d’onore al seguito di Ursa Caf, senza mai impensierire la coetanea ma concludendo l’impegno in piena spinta a dimostrazione di una condizione fisica eccellente e in costante progresso. L’allieva di Santo Mollo (che in batteria ha dovuto cedere le redini lunghe ad Andrea Guzzinati essendo giunto in ritardo all’ippodromo) ha in curriculum anche una bella vittoria estiva in terra di Francia e deve essere considerata a pieno titolo una delle possibili gradite sorprese di questa finale del Derby.
 
UBERTINO GRIF
(Prop. Sc. Horse Our Passion – Allen. Alessandro Gocciadoro)
Da inizio anno tra i migliori della generazione (può vantare i successi a Padova nell’Elwood Medium e a Montecatini nel Società Terme complice la rottura a fil di palo di United Roc) e positivo anche negli ultimi due impegni sostenuti: quarto con scarsa fortuna a Torino nel Marangoni e secondo di Unicorno Slm in batteria nella prova largamente più tattica fra quelle disputate il 24 settembre. L’allievo di Alessandro Gocciaodoro ha bagaglio tecnico completo essendo discreto partitore, grintoso e anche capace di produrre buon cambio di marcia conclusivo: almeno un piazzamento di prestigio è ampiamente nelle sue possibilità.

UNO ITALIA
(Prop. Sc. W Giovane Italia - Allen. Paolo Romanelli)
Soggetto tanto potente quanto poco affidabile il cui rendimento è stato finora piuttosto alterno. Nella batteria ha fatto per la prima volta coppia con quel fantastico catch-driver che risponde al nome di Roberto Vecchione ed è apparso non soltanto in ottima condizione atletica ma anche più duttile e maneggevole del consueto. L’allievo di Paolo Romanelli sa partire forte, ma anche correre con profitto di rimessa ed è andato cronometricamente assai forte nella prova dominata da Unicka. Non sarà fra i più attesi ma dovesse ripetere quella prestazione potrebbe legittimamente ambire ad un buon piazzamento. 
 
UNITED LOVE
(Prop. Nils Labordus - Allen. Erwin Bot)
Aitante figlio di Conway Hall di proprietà e training estero (è allievo dell’olandese Erwin Bot che ha operato parecchi anni in Italia in passato): in batteria è probabilmente stato un po’ inferiore alle molte attese del suo entourage ma ha dovuto anche affrontare scomodo percorso esterno dal primo all’ultimo metro. In Francia aveva ottenuto piazzamenti di valore ma ora il numero esterno della prima fila potrebbe condizionarlo in senso negativo.
 
URALI OP
(Prop. D.R. Cortina - Allen. Lucio Colletti)
Lucio Colletti, trainer del forte figlio di S.J.’s Photo, ha optato per un approccio completamente diverso al fondamentale appuntamento del Derby: ha trasferito il suo allievo in Francia a fine primavera e gli ha fatto disputare ben sei corse a Parigi (Enghien e Vincennes le piste sulle quali Urali Op si è cimentato). Questa scelta ha certamente contribuito al completamento e al rafforzamento fisico di Urali Op che il 24 settembre sulla pista di Capannelle è stato capace di seguire al traguardo Unicka proponendosi in una nuova e assai convincente veste agonistica. E’ ipotizzabile un ulteriore progresso di condizione per Urali Op che partendo in scia alla veloce Ursa Caf potrebbe, alla fine, rivelarsi uno dei protagonisti di questa finale del Derby.
 
USAGO LUIS
(Prop. Sc. My Horse - Allen. A. Boldura)
Inviato in Italia dall’ora contestatissimo Fabrice Souloy già per il torinese Marangoni (nel quale ha chiuso quinto senza convincere), il figlio di Ubression Luis ha affrontato di petto l’impegno nella batteria B del Derby volando subito al comando e replicando sul percorso a United Love: all’epilogo però Usago Luis non ha avuto argomenti da opporre prima a Ursa Caf e infime anche a Unique Dream Bar dimostrando una certa labilità alla distanza. Ora il numero in seconda fila lo obbligherà a correre di rimessa e in tale tattica potrebbe riuscire a ottenere un piazzamento marginale.

URLO DEI VENTI
(Prop. Sc. Barbalbero - Allen. Manuele Matteini)
Insieme a Urali Op e Uma Francis il migliore tra i sette che affronteranno questa finale del Derby del Trotto partendo dalla seconda fila. Vincitore con prestazione superba a Torino nel Marangoni, non ha potuto mettersi ugualmente in luce nella batteria C dominata tatticamente da Unicorno Slm: in pratica il 24 settembre l’allievo di Manuele Matteini è rimasto ‘murato’ alla corda fino alla fase conclusiva e non è potuto andare oltre un poco soddisfacente terzo posto che lo relega ora in una scomoda posizione di partenza. Possiede comunque consistente e lunga progressione finale che potrebbe essere esaltata da una corsa che si sviluppi senza tatticismi: in quel caso anche il figlio di Mago d’Amore potrà essere tra i protagonisti assoluti della corsa.
 
UMA FRANCIS
(Prop. R. Bonvicini - Allen. Giancarlo Baldi)
Femmina capace di togliersi molte soddisfazioni nel corso dell’annata (a numerosi piazzamenti classici ha aggiunto la ’perla” ‘del successo nel Gran Premio Nazionale a La Maura) che vanta una regolarità di rendimento invidiabile. Ha avuto poca fortuna ritrovandosi nella batteria di Uncka rivelatasi di gran lunga la più impegnativa sotto il profilo tecnico: non è andata oltre il quarto posto a media di rilievo ma paga ora quel piazzamento con una posizione di avvio certamente non facile. Avrà bisogno di fortuna sul percorso per centrare un altro piazzamento di prestigio ma con la guida di Enrico Bellei l’impresa è certamente possibile. 
 
USQUE DL
(Prop. Sc. Angelico - Allen. Gennaro Casillo)
Quarto nella batteria più lenta e quindi relegato ora ad uno scomodo numero 12 di partenza. E’ soggetto regolare e in discreta forma per il quale tuttavia essere giunto in finale dovrebbe già essere motivo di orgoglio: proprietario e allenatore probabilmente potranno vivere senza particolare apprensione la corsa perché essere al via nella finale del Derby dovrebbe già essere un premio poco atteso.

UNIVERSO D’AMORE
(Prop. Sc. Di Ur - Allen. Mauro Baroncini)
Fra i migliori della generazione a 2 anni (terzo nel Gran Criterium, secondo nell’Allevatori), quest’anno ha corso poco e con esiti marginali. Si è qualificato per la finale grazie al ripescaggio del quale godono i due soggetti meglio piazzati nella classifica parametri che non abbiano acquisito il diritto con il piazzamento in corsa. In batteria ha sbagliato trovandosi però a battagliare contro avversari lanciatissimi: sembra obbiettivamente di fronte ad impegno arduo ma la classe non gli fa difetto.

URAGANO NERO
(Prop. Sc. Brown - Allen. Francesca Croce)
E’ il secondo ripescato grazie alla posizione nella classifica parametri ma sembra alle prese con impegno ancor più arduo di quello che affronterà Universo d’Amore anche se in passato ha messo in ostra qualche sprazzo di buon livello. Spesso è però condizionato dall’errore e nel complesso deve essere considerato l’estremo outsider della corsa.

Clicca qui e vai all'Albo d'Oro del Derby Italiano del Trotto
 
Clicca qui e vai ai partenti dell'89° Derby Italiano del Trotto Sisal Matchpoint
 
Clicca qui e vai alla foto gallery dei 14 protagonisti
 
 
Torna Indietro