OAKS DEL TROTTO 2017

ecco le 12 protagoniste

le Oaks del Trotto (€. 253.000 – gr. 1 – mt. 1640 – per femmine indigene di 3 anni) sono state programmate con la formula delle batterie di qualificazione (disputate sabato 23 settembre) e della finale che andrà in scena domenica 8 ottobre come degno contorno alla finale del 90° Derby Italiano del Trotto, gratificato quest’anno della dotazione monstre di oltre un milione di euro.
 
Le tre batterie di qualificazione, andate appunto in scena sempre sulla pista delle Capannelle quindici giorni or sono, hanno visto ognuna emergere come vincitrice – chi più chi meno in maniera decisamente convincente - la concorrente più attesa. Venariareale Font, la più veloce con il ragguaglio di 1.12.1, Vanesia Ek (a segno da 1.13) e Vale Capar (vincitrice a media di 1.13.7) hanno relegato al ruolo di comparse le rispettive avversarie e daranno vita ad uno spettacolare atto conclusivo: facile pronostico è ipotizzare che il nome della vincitrice dell’edizione 2017 delle Oaks non possa uscire da questo terzetto di giovani campionesse (senza comunque dimenticare che ben altre quattro femmine di questa eccellente generazione 2014 saranno al via nella finale del Derby) .
Venariareale Font, qualitativa ed elegante figlia di Conway Hall e di Bliz (quest’ultima vincitrice delle Oaks nel 2001) , ha cancellato con un solo, deciso colpo di spugna le perplessità emerse dalle prestazioni viziate da errore nella finale del Campionato Femminile dei 3 anni e nel Marangoni Filly: l’allieva di Erik Bondo ha infatti confermato di trovarsi assai bene sulla pista romana e nelle mani esperte di Andrea Guzzinai (uno dei molti fantastici catch driver nati nel nostro paese) è stata autrice di un perentorio quanto qualititativo percorso d’avanguardia. Mai avvicinata dalle avversarie la portacolori della Scuderia Incolinx di Diego Romeo, è stata capace di trottare la seconda metà gara sul piede dell’ 1.10.5 e tale impresa è stata capace di compierla con disinvoltura impeccabile. Vanesia Ek, una delle migliori della generazione da puledra (potendo vantare la vittoria nel Gran Criterium Filly e la piazza d’onore nel Gran Premio Anact) era apparsa smarrita fino al mese scorso quando – affidata alle cure di Alessandro ed Enrico Gocciadoro – ha ritrovato verve e condizione atletica che le hanno consentito di vincere in bello stile a Cesena e, soprattutto, ripetersi nella batteria di qualificazione nella quale ha lasciato a netto intervallo le otto avversarie.
La portacolori di casa Gubellini (in sulky alla quale salirà ovviamente Pietro) è forse meno scattante di Venariareale Font e Vale Capar (in mezzo alle quali si dovrà avviare) ma un eventuale lotta prematura tra le due avversarie dichiarate potrebbe evidentemente esaltarne le doti di sprinter che potrà mettere in campo nel finale.
Vale Capar è il terzo lato di questo intrigante triangolo: l’allieva di Gennaro Casillo è sempre stata una delle migliori della generazione e si è anche tolta lo sfizio di primeggiare contro i maschi nel Gran Premio Italia a Bologna dopo aver siglato da puledra il Gran Premio Anact e l’Allevatori Filly. Come Venariareale Font ha per padre Conway Hall e come la coetanea sa partire davvero forte, dandone dimostrazione anche nella vittoriosa batteria disputata quindici giorni or sono. La cavalla affidata a Enrico Bellei si giocherà molto in avvio nel tentativo di scavalcare Venariareale Font ma anche guadagnare la scia dell’avversaria potrebbe essere importante in ottica vittoria.
Le altre nove in campo (ben cinque delle quali sono presentate dal Team Gocciadoro che quindi può vantare l’invidiabile record di proprorre il 50% delle finaliste) sembrano di fronte ad un impegno davvero arduo per quanto riguarda il discorso vittoria ma un buon piazzamento potrebbe essere appannaggio di Vanity Luis (molto cresciuta nell’ultimo mese in cui è stata preparata in Francia), Viscarda Jet, ottima in batteria dopo percorso molto oneroso, Violet As e Visa As, ficcanti di spunto per finire seconde rispettivamente di Vanesia Ek e Vale Capar.
Completano lo schieramento Venere Grif, molto veloce al via, Vanguardia, assai regolare, Vanity Spritz e Vaniti Bar, penalizzate dai numeri all’esterno della prima fila, e Venere degli Dei.
 
LE 12 PARTENTI NELLE OAKS 2017

VENARIAREALE FONT
(Scuderia Incolinx - Allen. Erik Bondo)
Ha classe, mezzi, velocità iniziale e cambio di marcia impressionante che ne fanno la chiara favorita della corsa, a patto di replicare quanto espresso nella batteria di qualificazione.
  
VANIESIA EK
(Signora Gubellini Susanna- Allen. A. Gocciadoro)
Rinfrancata nell’ultimo periodo. Probabilmente meno scattante delle due avversarie dichiarate, ma in possesso di eccellente parziale finale: si esalterebbe in caso di corsa tirata. 

VALE CAPAR
(Scuderia Domino Stable- Allen. G.Casillo)
Provetta partitrice che potrebbe giocarsi molto in partenza nel tentativo di togliere il comando a Venariareale Font per acquisire vantaggio tattico fondamentale. Sa comunque essere incisiva anche di rimessa.

VANITY LUIS
(Signor Cecchi Leonardo All. P.Billard)
Vista in chiaro progresso nella batteria di qualificazione grazie probabilmente alle cure del nuovo allenatore transalpino. Da tenere in debita considerazione.

VENERE GRIF
(Scuderia Sc.Horses: Our Passion Srl , All. A.Gocciadoro)
Molto veloce al via ma partirà all’esterno di avversarie altrettanto rapide e quotate. Probabilmente sarà decisiva la posizione che saprà acquisire nella fase iniziale.

 VANITY SPRITZ
(Sc.Valle Falconera Sas , All. A.Sarzetto)
Anche lei provetta partitrice ma si trova nella scomoda situazione di dover rischiare il tutto per tutto al via senza la certezza di trovare la posizione, oppure rinunciare e poi trovare molto traffico sul percorso.
VANITI BAR
(Sc.4 A.b. Sas Di R.bruera, All. A.Gocciadoro)
Cavalla acerba ma in costante crescita fisica e agonistica. Potrebbe scontare una certa lentezza iniziale ma possiede i mezzi per centrare un posto nel marcatore.
 
 VIOLET EFFE
(Sc.Dei Vet , Soc.all.Enrico Gocciadoro Srl )
In batteria ha confermato i recenti ottimi progressi cogliendo una meritata piazza d’onore. Cercherà di sfruttare la corda in seconda fila per rimanere in buona posizione e puntare ad un piazzamento di prestigio.
 
VISA AS
(Az.agr.Mariano Spa, All. A.Gocciadoro)
Molto concreta in batteria dopo percorso interamente all’esterno. Per piazzarsi avrà ora bisogno di fortuna sul percorso ma non va certamente trascurata.
 
VANGUARDIA
(Sig.Dell'aquila Christian, A.Marucci)  
 Regolare e in buona forma. Il numero in seconda fila la penalizza e dovrà esprimersi al massimo per ambire ad un inserimento, seppur marginale.
 
 VISCARDA JET
(Sig.De Fenza Remigio, P.Romanelli)
Ha corso alla grande e con dispendio di energie in batteria: ora il numero di avvio è pessimo ma va davvero forte e un piazzamento se lo meriterebbe di certo.
 
VENERE DEGLI DEI
(Sc.Degli Dei , All. A.Gocciadoro)
La posizione di partenza le pone davanti un problema difficilmente risolvibile se con l’ausilio di una notevole dose di fortuna sul percorso.

Clicca qui per vedere i partenti 
Clicca qui per vedere la gallery dei 12 protagonisti
 
Torna Indietro